Appalti, concessioni e contratti pubblici

//Appalti, concessioni e contratti pubblici

Appalto di opere pubbliche – partecipazione di un Consorzio di Cooperative di Produzione e Lavoro ex L. 422/1909 – rapporto tra consorzio e consorziate, differenza tra consorziate incaricate per l’esecuzione dei lavori e consorziate non designate, incidenza del mancato possesso di requisiti generali da parte di queste ultime sul consorzio – esclusione.

TAR CAMPANIA, NAPOLI, SEZ. I – sentenza 13 giugno 2019, n. 3231 (Pres. Veneziano – Est. Di Vita) Appalto di opere pubbliche – partecipazione di un Consorzio di Cooperative di Produzione e Lavoro ex L. 422/1909 - rapporto tra consorzio e consorziate, differenza tra consorziate incaricate per l'esecuzione dei lavori e consorziate non designate, incidenza [...]

Appalto di opere pubbliche – partecipazione di un Consorzio di Cooperative di Produzione e Lavoro ex L. 422/1909 – rapporto tra consorzio e consorziate, differenza tra consorziate incaricate per l’esecuzione dei lavori e consorziate non designate, incidenza del mancato possesso di requisiti generali da parte di queste ultime sul consorzio – esclusione.2019-06-28T18:20:16+02:00

Appalto per progettazione definitiva ed esecutiva, presunta condizione di vantaggio concorrenziale dell’impresa che ha predisposto il progetto di fattibilità in una precedente gara, divieto di applicazione analogica del divieto di cui all’art. 24, comma 7, del D.Lgs. n. 50/2016, onere della prova.

TAR CAMPANIA, NAPOLI, SEZ. I – sentenza 13 giugno 2019, n. 3239 (Pres. Veneziano – Est. Di Vita) Appalto per progettazione definitiva ed esecutiva, presunta condizione di vantaggio concorrenziale dell'impresa che ha predisposto il progetto di fattibilità in una precedente gara, divieto di applicazione analogica del divieto di cui all'art. 24, comma 7, del D.Lgs. n. [...]

Appalto per progettazione definitiva ed esecutiva, presunta condizione di vantaggio concorrenziale dell’impresa che ha predisposto il progetto di fattibilità in una precedente gara, divieto di applicazione analogica del divieto di cui all’art. 24, comma 7, del D.Lgs. n. 50/2016, onere della prova.2019-06-28T18:17:06+02:00

Appalti – legittimità dei chiarimenti alla lex specialis di gara da parte della stazione appaltante – sussiste

TAR CAMPANIA, NAPOLI, SEZ. I – sentenza 15 Maggio 2019, n. 2582 (Pres. Veneziano – Est. Di Vita) Appalti – legittimità dei chiarimenti alla lex specialis di gara da parte della stazione appaltante - sussiste In materia di procedure per l’affidamento di appalti pubblici in caso di situazione di obiettiva incertezza dipendente dal fatto che [...]

Appalti – legittimità dei chiarimenti alla lex specialis di gara da parte della stazione appaltante – sussiste2019-05-31T16:26:01+02:00

1. Suddivisione di un appalto in più lotti. Censurabilità. 2-Suddivisione in lotti. Irragionevole sovradimensionamento ed accorpamento in ciascuno di essi di servizi autonomi. Illegittimità.

T.A.R. CAMPANIA NAPOLI, SEZ.II – sentenza 5 marzo 2019 n.1677  (EST. Lo Sapio - PRES. Pennetti) 1. Suddivisione di un appalto in più lotti. Censurabilità. Tale scelta riveste natura di valutazione tecnico-discrezionale dell’amministrazione, che deve tener conto della tipologia dell’oggetto dell’appalto, con riguardo al settore economico di riferimento, dell’importo economico, dell’ambito territoriale di svolgimento del [...]

1. Suddivisione di un appalto in più lotti. Censurabilità. 2-Suddivisione in lotti. Irragionevole sovradimensionamento ed accorpamento in ciascuno di essi di servizi autonomi. Illegittimità.2019-05-28T17:03:43+02:00

1- Costo della manodopera.  Minimi tabellari.  Inderogabilità. 2- Anomalia dell’offerta. Verifica. 3- Scostamento dai minimi salariali. Giustificazioni. Esclusione dell’offerta. Art. 97 comma 5 D. Lgs n. 50/2016

T.A.R. CAMPANIA NAPOLI, SEZ. II – sentenza 22 marzo 2019 n.1642.  (EST. Nunziata - PRES. Pennetti) 1- Costo della manodopera.  Minimi tabellari.  Inderogabilità. Non può assegnarsi rilievo dirimente al fatto che il costo del lavoro indicato in offerta sia stato calcolato secondo valori inferiori a quelli risultanti dalle tabelle ministeriali. Di contro, occorre, perché possa [...]

1- Costo della manodopera.  Minimi tabellari.  Inderogabilità. 2- Anomalia dell’offerta. Verifica. 3- Scostamento dai minimi salariali. Giustificazioni. Esclusione dell’offerta. Art. 97 comma 5 D. Lgs n. 50/20162019-05-28T16:47:29+02:00

Processo amministrativo – Rito appalti – Aggiudicazione – Impugnazione tardiva – Erronea denominazione del relativo provvedimento come aggiudicazione “provvisoria” anziché “definitiva” – Errore scusabile – Va riconosciuto. Appalti pubblici – incompetenza dell’organo che ha svolto la valutazione di anomalia dell’offerta – sussiste competenza del RUP e non della commissione di gara

TAR CAMPANIA, NAPOLI, SEZ. I – sentenza 11 Marzo 2019, n. 1382 (PRES. Veneziano – Est. Di Vita) Processo amministrativo – Rito appalti – Aggiudicazione – Impugnazione tardiva – Erronea denominazione del relativo provvedimento come aggiudicazione "provvisoria" anziché "definitiva" – Errore scusabile – Va riconosciuto Appalti pubblici – incompetenza dell'organo che ha svolto la valutazione [...]

Processo amministrativo – Rito appalti – Aggiudicazione – Impugnazione tardiva – Erronea denominazione del relativo provvedimento come aggiudicazione “provvisoria” anziché “definitiva” – Errore scusabile – Va riconosciuto. Appalti pubblici – incompetenza dell’organo che ha svolto la valutazione di anomalia dell’offerta – sussiste competenza del RUP e non della commissione di gara2019-04-30T15:19:12+02:00

Appalti pubblici – Procedimento di gara – Cause di esclusione – Difformità dell’offerta tecnica rispetto ai requisiti minimi richiesti dalla lex specialis – Legittimità – Sussiste

T.A.R. CAMPANIA NAPOLI, SEZ.II – sentenza 15 aprile 2019 n. 2107  (PRES. Pennetti - EST. Dell'Olio) Appalti pubblici – Procedimento di gara – Cause di esclusione – Difformità dell’offerta tecnica rispetto ai requisiti minimi richiesti dalla lex specialis – Legittimità - Sussiste “Nelle gare pubbliche, è legittima l’esclusione dalla procedura selettiva - e non già [...]

Appalti pubblici – Procedimento di gara – Cause di esclusione – Difformità dell’offerta tecnica rispetto ai requisiti minimi richiesti dalla lex specialis – Legittimità – Sussiste2019-04-29T03:09:59+02:00

Appalto – impresa pubblica – petitum – annullamento. Appalto – impresa pubblica – limite numero pagine – disposizioni gara. Appalto – impresa pubblica – punteggio numerico – valutazione commissione giudicatrice – disposizioni di gara – parametri

TAR CAMPANIA NAPOLI, SEZ. III, SENTENZA N. 0611 DEL 4 FEBBRAIO 2019 (PRES. ed EST. Donadono) Appalto - impresa pubblica - petitum - annullamento Nel processo amministrativo il petitum è costituito essenzialmente dall’annullamento di un singolo individuato atto o di una pluralità di atti specifici (se vi è connessione ed è ammissibile un ricorso cumulativo, [...]

Appalto – impresa pubblica – petitum – annullamento. Appalto – impresa pubblica – limite numero pagine – disposizioni gara. Appalto – impresa pubblica – punteggio numerico – valutazione commissione giudicatrice – disposizioni di gara – parametri2019-04-29T00:25:08+02:00

Appalto – esclusione concorrente – valutazione discrezionale (art 80 comma 5 lett. c) d. lgs. n. 50 del 2016). Appalto – sostituzione ausiliaria ( art 89, terzo comma, del d.lgs. n. 50 del 2016)

TAR NAPOLI, SEZ. III, SENTENZA N. 0713 DEL 8 FEBBRAIO 2019  (PRES. Donadono - EST- Esposito) Appalto - esclusione concorrente - valutazione discrezionale (art 80 comma 5 lett. c) d. lgs. n. 50 del 2016) L’individuazione delle ipotesi configuranti cause non tipizzate comportanti l’esclusione del concorrente per gravi illeciti professionali è rimessa alla valutazione discrezionale [...]

Appalto – esclusione concorrente – valutazione discrezionale (art 80 comma 5 lett. c) d. lgs. n. 50 del 2016). Appalto – sostituzione ausiliaria ( art 89, terzo comma, del d.lgs. n. 50 del 2016)2019-04-29T00:08:45+02:00

1. Onere di immediata impugnazione delle clausole del bando non escludenti. Insussistenza. 2. Scelta del criterio del minor prezzo negli appalti di servizi e forniture “caratterizzati da elevata ripetitività”. Art. 95, comma 4 D.Lgs 50/2016. Ipotesi di legittimità. 3. Motivazione dell’atto amministrativo. Iter logico sotteso.

T.A.R. CAMPANIA NAPOLI, SEZ.II – sentenza 21 gennaio 2019, N.294  (Pres. Pennetti - est. Lariccia) 1. Onere di immediata impugnazione delle clausole del bando non escludenti. Insussistenza. Le clausole del bando di gara che non rivestano portata escludente devono essere impugnate unitamente al provvedimento lesivo e possono essere impugnate unicamente dall’operatore economico che abbia partecipato [...]

1. Onere di immediata impugnazione delle clausole del bando non escludenti. Insussistenza. 2. Scelta del criterio del minor prezzo negli appalti di servizi e forniture “caratterizzati da elevata ripetitività”. Art. 95, comma 4 D.Lgs 50/2016. Ipotesi di legittimità. 3. Motivazione dell’atto amministrativo. Iter logico sotteso.2019-03-15T17:34:54+02:00